CLASSE TERZA



C L A S S E   T E R Z A
Anno scolastico 2012 – 2013



Unità di Lavoro 1 «L’ORIGINE DEL MONDO : RELIGIONE E SCIENZA A CONFRONTO»
Periodo settembre, ottobre, novembre
Ambito Tematico 1 : DIO E L’UOMO
Obiettivo di Apprendimento 1
Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un’alleanza con l’uomo.
Ambito Tematico 2 : LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI
Obiettivo di Apprendimento 2
Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali,  tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo d’Israele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli.

Percorsi: La creazione in sei giorni; i miti; gli scienziati e l'origine del mond
Competenze: l'alunno scopre che tutto ha una storia, la religiosità dell'uomo sin dai tempi più remoti nasce dal bisogno di dare delle risposte a domande difficili che riguardano il senso della vita e dell'uomo.Conosce alcune caratteristiche delle religioni antiche. Comprende che la scienza e la fede non sono contrapposte ma complementari.

Obiettivo formativi:
Raccordi interdisciplinari:
Italiano: comprensione dei testi e individuare le notizie principali;
Storia: dall'uomo primitivo alle prime civiltà antiche;
Arte e immagine: disegni, graffici e sculture dell'uomo per raffigurare o pregare le varie divinità;

Attività:

Racconti: racconto della Creazione in sei giorni; l'uomo che voleva fare tutto da solo;
Quaderno: Origine della terra nei miti : Pangù;Nemequene;  Bibbia e scienza a confronto.
Laboratorio: il cerchio della creazione; costruiamo la storia di un oggetto: il pane;
Film: "Momo e la conquista del tempo"(riflessione sul tempo dei sei giorni della creazione)
Nel libro di testo da pag. 45 a pag. 50 ("il mio arco tra le nubi 1-2-3) + Quaderno operativo da pag. 47 a pag. 51)

Unità di Lavoro 2 «LA STORIA DELLA SALVEZZA» 

Periodo da dicembre a maggio

Ambito Tematico 1: DIO E L’UOMO
Obiettivo di Apprendimento 2
Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani.
Ambito Tematico  2 : LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI
Obiettivo di Apprendimento 1
Conoscere la struttura e la composizione della Bibbia.
Obiettivo di Apprendimento 2
Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo d’Israele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli.

Dicembre / Gennaio
Percorsi: Il Natale - le promesse messianiche (Michea e Isaia)
La bibbia -  libro sacro
Il popolo della promessa
Attività: Libro di testo da pag. 52 a pagina 55; cos'è la bibbia, da chi fu scritta e dove fu scritta. I rotoli della Bibbia, i generi letterari

Febbraio : la storia di Abramo primo patriarca, Isacco, Giacobbe e i suoi 12 figli; le tribù di Israele. Giuseppe - Il popolo ebraico in schiavitù.

Marzo / giugno
Da Abramo a Mosè

Obiettivi formativi: L'alunno saprà riferire circa l'inizio della storia della salvezza attraverso le figure di riferimento: Gesù con le profezie di Michea e Isaia, da Abramo a Mosè.  L’alunno riconosce il significato cristiano del Natale, traendone motivo per interrogarsi sul suo valore nell’esperienza personale, familiare e sociale e analizza le pagine della bibbia a lui più accessibili per collegarle alla propria esistenza.

Raccordi interdisciplinari:
Italiano: comprensione dei testi e individuare le notizie principali;
Storia: la storia del popolo di Israele; ricavare da fonti diverse notizie semplici su momenti del passato , riconoscere relazioni di successione e di contemporaneità.
Arte e immagine: Il papiro e la pergamena, le tavole della Legge, il Natale nell'arte;
Educazione alla cittadinanza: indagare le ragioni sottese a punti di vista diversi dal proprio per confronto critico.
Educazione all’affettività: attivare atteggiamenti di ascolto/conoscenza di sé e di relazione positiva nei confronti degli altri.

 L
’unità percorre la storia Biblica del popolo di Israele, dalla chiamata di Abramo alla schiavitù del popolo ebraico in Egitto e la loro liberazione ad opera di Mosè, l’arrivo nella terra promessa dopo il deserto – Vengono presentati in ordine cronologico le figure e gli eventi principali della storia della Salvezza vetero-testamentaria.



Attività:
Figure Bibliche: Abramo,Isacco, Giacobbe ed Esaù,Giuseppe, Mosè e la schiavitù d'Egitto, Giosuè, Saul, Re Davide. – DVD Re Davide – I 10 Comandamenti – Le piaghe d’Egitto
La Pasqua Ebraica ed esercizi del Quaderno operativo
Il tempio di Gerusalemme ( quaderno operativo e quaderno)
I profeti in Israele
Fil fine anno scolastico Koda Fratello orso (film sull’amicizia)





Incontro dell'11/12/2012
Oggi ho raccolto e corretto quaderni e quaderni operativi. Anche alcuni lavoretti del secondo anno. Ne propongo alcuni particolarmente ben fatti.

































Ecco la scheda di oggi
incontro del 23/10/2011

La religione nell'età antica, (Libro di testo "il mio arco tra le nubi, p. 50). Copiamo la tabella delle divinità greche e romane con i loro ruoli nel quaderno.

Incontro del 2 ottobre

I MITI
I miti



insieme abbiamo visto perchè l'uomo ha iniziato a credere in qualcosa di superiore. Tanti anni prima della venuta di Gesù, l'uomo primitivo non riuscendo a comprendere anche le più semplici manifestazioni della natura, credendo che derivassero o dalla felicità o dalla rabbia di qualcosa di superiore, incominciarono a manifestare le prime forme di religiosità collegando le loro invocazioni con l'immenso. Ecco allora che incominciarono ad adorare il sole perchè li riscaldava, la luna, perchè illuminava la notte. Il temporale e i lampi che credevano fossero manifestazioni dell'ira degli dei. Sì perchè non sapevano se c'era un Dio solo o più divinità.

Nel frattempo leggiamo che anche per la nascita del mondo (Libro di testo "il mio arco tra le nubi, p. 48/49) in altre parti del mondo, in religioni diverse, è vista in maniera diversa a seconda dei vari miti.

Come ti indica il libro di testo trova altri racconti mitologici in questo link:




Incontro del 26 settembre :

Oggi cari bambini abbiamo letto come è nato il mondo secondo la Bibbia che è un grande libro, anzi una raccolta di tanti libri (appunto la parola Bibbia significa "Libri") sacro per due grandi religioni del mondo : l'Ebraismo e il Cristianesimo.
Abbiamo lavorato su una fotocopia che metto qui sotto. Chiunque non l'avesse presa oppure l'avesse rotta la può scaricare da qui.


















Genesi



- capitolo 1 -

1Nel principio DIO creò i cieli e la terra.
2La terra era informe e vuota e le tenebre coprivano la faccia dell'abisso; e lo Spirito di DIO aleggiava sulla superficie delle acque.
3Poi DIO disse: "Sia la luce!". E la luce fu.
4E DIO vide che la luce era buona; e DIO separò la luce dalle tenebre.
5E DIO chiamò la luce "giorno" e chiamò le tenebre "notte". Così fu sera. Poi fu mattina: il primo giorno.
6Poi DIO disse: Vi sia un firmamento tra le acque che separi le acque dalle acque.
7E DIO fece il firmamento e separò le acque che erano sotto il firmamento dalle acque che erano sopra il firmamento. E così fu.
8E DIO chiamò il firmamento "cielo". Così fu sera, poi fu mattina: il secondo giorno.
9Poi Dio disse: le acque che sono sotto il cielo siano raccolte in un unico luogo, e appaia l'asciutto. E così fu.
10E DIO chiamò l'asciutto "terra", e chiamò la raccolta delle acque "mari". E DIO vide che questo era buono.
11Poi DIO disse: Faccia la terra germogliare la verdura, le erbe che facciano seme e gli alberi da frutto che portino sulla terra un frutto contenente il proprio seme, ciascuno secondo la propria specie. E così fu.
12E la terra produsse verdura, erbe che facevano seme secondo la loro specie e alberi che portavano frutto contenente il proprio seme, ciascuno secondo la propria specie. E DIO vide che questo era buono.
13Così fu sera, poi fu mattina: il terzo giorno.
14Poi DIO disse: Vi siano dei luminari nel firmamento dei cieli per separare il giorno dalla notte; e siano per segni e per stagioni e per giorni e per anni;
15e servano da luminari nel firmamento dei cieli per far luce sulla terra. E così fu.
16DIO fece quindi i due grandi luminari: il luminare maggiore per il governo del giorno e il luminare minore per il governo della notte; e fece pure le stelle.
17E DIO li mise nel firmamento dei cieli per far luce sulla terra.
18per governare il giorno e la notte, e separare la luce dalle tenebre. E DIO vide che questo era buono.
19Così fu sera, e fu mattina: il quarto giorno.
20Poi DIO disse: Brulichino le acque di moltitudini di esseri viventi, e volino gli uccelli sopra la terra per l'ampio firmamento del cielo.
21Così DIO creò i grandi animali acquatici e tutti gli esseri viventi che si muovono, di cui brulicano le acque, ciascuno secondo la propria specie, ed ogni volatile secondo la sua specie. E DIO vide che questo era buono.
22E Dio li benedisse dicendo: Siate fruttiferi, moltiplicate e riempite le acque dei mari, e gli uccelli si moltiplichino sulla terra.
23Così fu sera, poi fu mattina: il quinto giorno.
24Poi DIO disse: Produca la terra esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e fiere della terra, secondo la loro specie. E così fu.
25E DIO fece le fiere della terra secondo la loro specie, il bestiame secondo la propria specie, e tutti i rettili della terra secondo la loro specie. E DIO vide che questo era buono.
26Poi DIO disse: Facciamo l'uomo a nostra immagine e a nostra somiglianza, ed abbia dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame e su tutta la terra, e su tutti i rettili che strisciano sulla terra.
27Così DIO creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di DIO; li creò maschio e femmina.
28E DIO li benedisse e DIO disse loro Siate fruttiferi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela, e dominate sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo e sopra ogni essere vivente che si muove sulla terra.
29E DIO disse: Ecco io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra e ogni albero che abbia frutti portatori di seme; questo vi servirà di nutrimento.
30E a ogni animale della terra, a ogni uccello dei cieli e a tutto ciò che si muove sulla terra ed ha in sé un soffio di vita, io do ogni erba verde per nutrimento. E così fu.
31Allora DIO vide tutto ciò che aveva fatto, ed ecco, era molto buono. Così fu sera poi fu mattina: il sesto giorno.


Incontro del 13/11


Se ti sei perso la lezione oppure non ti ricordi cosa disegnare dentro gli spicchi, segui il racconto dal primo al sesto giorno

Che cos'è la Bibbia? Papiro e pergamena
La bibbia è un libro molto antico con una storia lunga e avventurosa. La bibbia, infatti è una raccolta di libri scritti in epoche diverse e da diversi autori. Tutti gli autori della Bibbia non hanno scritto cose che pensavano loro ma vennero ispirati da Dio.



Il papiro è una pianta acquatica il cui fusto viene tagliato in strisce sottili che vengono, poi riposte in due strati perpendicolari. I due strati vengono poi coperti e battuti e infine lisciati. con più fogli di seguito si ottengono rotoli di papiro.

La pergamena è invece un prodotto della lavorazione delle pelli di ovini, pecore o capre.



 



Da leggere con i vostri bambini.


Poesia di Gianni Rodari.Il futuro


Il futuro, credetemi,
è un gran simpaticone,
regala sogni facili
a tutte le persone.
« Sarai certo promosso »
giura allo scolaretto.
« Avrai voti lodevoli,vedrai,
te lo prometto ».
Che gli costa promettere?
« Oh, caro ragioniere,
di cuore mi congratulo;
lei sarà cavaliere!».
« Lei che viaggia in filobus,
e suda e si dispera:
guiderà un'automobile
entro domani sera».
«Lei sogna di ..far tredici? »
Ma lo farà sicuro!
Compili il suo pronostico
ci penserà il futuro!
Sogni, promesse volano...
Ma poi cosa accadrà?
Che ognuno avrà il futuro
che si conquisterà.


L'arca parte alle otto














Nessun commento: